Dallo Psicologo? Mica sono pazzo io…

Dallo Psicologo? Mica sono pazzo io…

dallo-psicologo mica sono pazzo io psicologa mariotti luana fano pesaro

Dallo psicologo? Mica son pazzo io….

Tutto il mese di ottobre è dedicato al benessere psicologico, e in particolare il 10 ottobre si celebra la GIORNATA MONDIALE DELLA SALUTE MENTALE.

Nonostante le numerose iniziative da parte di noi psicologi, ancora è molto forte la titubanza della maggior parte delle persone nei confronti di queste figure apparentemente così misteriose. Vediamo allora quali sono i motivi che le persone utilizzano per giustificare la loro resistenza ad andare da uno Psicologo, alimentati da false credenze, preconcetti, fantasie e dubbi.

Tutto questo cosa provoca?  Chi ha bisogno di aiuto non lo chiede, o aspetta anni prima di rivolgersi ad un professionista , quando ormai il convivere con i propri problemi lo ha portato all’esasperazione  compromettendo in modo significativo diversi ambiti della propria vita.

Cerchiamo allora di sfatare  numerosi luoghi comuni, nella speranza che alla fine di questa lettura vi sentirete un po’ più liberi e sereni nell’incontrare uno psicologo.

“Chi ha detto che lo psicologo cura i pazzi?”.  La convinzione che lo psicologo si occupa soltanto delle forme di psicopatologia deriva dalla confusione esistente tra psichiatra e psicologo oltre che dal pregiudizio profondamente radicato nella società in cui viviamo.

“Lo psicologo costa tanto”.  Rivolgersi ad un professionista ha ovviamente un prezzo, sia che si tratti del dentista, del cardiologo o di uno psicologo! La spesa economica può essere tradotta come un investimento per il nostro benessere,  e la nostra serenità  psicologica non è meno importante di quella fisica, se pensiamo ai soldi spesi ogni anno per migliorare il nostro aspetto fisico qualcuno di noi forse rimarrà sorpreso.

“Se vado dallo psicologo dovrò continuare per anni”  La durata della terapia è estremamente variabile  e  non può essere definita a priori;  a volte possono bastare anche pochi incontri. Inoltre gli obiettivi vengono concordati insieme al paziente, che sarà libero di fermarsi in qualsiasi momento.

“Se gli altri se sapessero che vado dallo psicologo? Mica sono pazzo io..” Noi psicologi siamo vincolati dal segreto professionale, si può quindi decidere di non condividere con altre persone la propria scelta di rivolgersi ad un professionista. Sono però sicura che con il passare del tempo nascerà la voglia di far sapere agli altri il beneficio che deriva dalla terapia, che sarà sicuramente maggiore del pregiudizio.

“A me non serve aiuto. Voglio farcela da solo. Mica sono pazzo io..”.  Spesso il gesto di chiedere aiuto viene considerato un atto di debolezza ma è inevitabile che prima o poi nel corso della vita capiti di aver bisogno dell’altro. Rivolgersi ad un psicologo quando si vive un malessere o si ha un problema è invece un atto di coraggio e di responsabilità verso se stessi.

“Posso risolvere con i farmaci”. La terapia farmacologica non può essere considerata un’alternativa. In determinati casi è necessaria ma è altrettanto importante  che questa sia integrata ad un trattamento psicologico in modo da consentire l’elaborazione dei vissuti piuttosto che evitare di parlare dei problemi. Ricordiamoci che il farmaco riduce il sintomo ma non arriva mai alla causa.

 “Posso confidarmi con un amico”. Lo psicologo non è un amico. Oltre ad avere una formazione specifica ed approfondita, derivante da anni di studi,  è colui che “sta al di sopra delle parti”, che ascolta senza giudicare, che comprende senza lasciarsi travolgere. Mi piace immaginare la psicoterapia come un percorso in cui paziente e terapeuta camminano mano nella mano, fino a quando il paziente si sentirà pronto per continuare da solo per la propria strada , avendo fatto tesoro di tutto ciò che questa “avventura” gli avrà insegnato.

Non so se con queste parole sono riuscita completamente nel mio intento di rendere la figura dello psicologo meno spaventosa, spero almeno di aver suscitato in voi un po’ di curiosità.

Se così è stato ricordo che per tutto il mese di Ottobre il primo colloquio è gratuito, quindi perché non provare?

Per tutto il mese di Ottobre propongo il PRIMO COLLOQUIO GRATUITO.

Prenota presso il mio studio di Fano, compilando il form qua sotto o visitando la pagina dei contatti.

La tua email

Il tuo messaggio

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someonePin on Pinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *