Gelosia: Quando Diventa Patologia

Gelosia: Quando Diventa Patologia

quando la gelosia diventa patologia

Gelosia: Quando Diventa Patologia.

Gelosia: chi non si è mai confrontato almeno una volta nella vita con questa emozione? È positiva? È negativa? Molti sono gli interrogativi che si diramano a partire da una parola che tanto spesso è stata nella nostra bocca. A volte le domande si trasformano in frasi perentorie: “se non è geloso/a vuol dire che non ti ama” oppure “se è geloso/a non farai vita, lascialo/a perdere!”.

La gelosia è un sentimento che molte persone innamorate conoscono e non è particolarmente preoccupante, quando non travalica i limiti e si mantiene su un piano di realtà.

La gelosia sana è tipica di quelle persone che amano e desiderano non perdere la persona amata. Ci rendiamo conto di essere gelosi in modo sano quando questo sentimento non pervade totalmente la nostra esistenza, quando è generato da un evento del presente e quando non è connessa a un vissuto estremo di angoscia. È la gelosia che non si trasforma in gabbia per se stessi e per gli altri e che, come in molti dicono, “fa piacere” che sia presente all’interno della coppia.

Purtroppo non è sempre così: talvolta diventa così totalizzante che sembra impossibile convincere il partner della propria innocenza, anche aldilà di ogni ragionevole dubbio.
Se la gelosia sana è generata dall’amore quella patologica ha a che fare con il possesso e l’angoscia.
La gelosia ha che fare sia con l’amore, in quanto la persona gelosa vuole possedere completamente l’amato e lo ritiene così appetibile che teme che qualcuno possa portarglielo via, con il conseguente abbandono, che con l’odio perché l’amato è visto come possessore di potere, libertà di scelta e bellezza, che lo spingeranno a cercare altro. L’amato dunque va guardato a vista.
Ma aldilà di ogni implicazione sentimentale, il delirio di gelosia può essere sintomatico di una patologia più seria, fino a diventare una vera e propria ossessione. La gelosia delirante oltre che dal continuo sospetto di infedeltà, si caratterizza anche per la persecuzione del partner attraverso continue domande e accuse su come ha trascorso la giornata, dov’è stato e con chi ha parlato.  Nei casi peggiori la persona cerca di controllare la vita del partner e intrude continuamente in ogni aspetto della sua esistenza, cercando prove d’infedeltà.

Voglio concludere con una citazione per riflettere:

 “Come geloso, io soffro quattro volte: perché sono geloso, perché mi rimprovero di esserlo, perché temo che la mia gelosia finisca col ferire l’altro, perché mi lascio soggiogare da una banalità: soffro di essere escluso, di essere aggressivo, di essere pazzo e di essere come tutti gli altri.”

Barthes, Roland (1915-1980)Frammenti di un discorso amoroso

Contattami per saperne di più o per prenotare un colloquio:

La tua email

Il tuo messaggio

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someonePin on Pinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *